Notizie

Rocca Sanvitale di Fontanellato

PARMA 2020, IL PRESIDENTE MATTARELLA: CULTURA E ARTE MAI SEPARATI DALLA VITA

"La cultura è un patrimonio che rende tutti più ricchi, di umanità innanzitutto". Buon 2020 Parma, nostra capitale italiana della Cultura.

Parma2020 Orgoglio Emiliano, orgoglio Italiano, orgoglio nostrano!

"La cultura batte il tempo è davvero un bel titolo quello che avete scelto per unire gli sforzi della città in questo anno, che certamente sarà per voi carico di soddisfazioni e conferirà una spinta che manterrà i suoi effetti oltre quest'anno. La cultura, l'arte, non sono mai ambiti separati dalla vita. Parma sarà vetrina dell'Italia e questo impegno la porterà a sentirsi sempre più città europea. Questo è l'augurio che rivolgo a Parma e, con Parma, a tutta l'Italia: di vivere con gioia e con impegno quest'occasione. Buon 2020 Parma, nostra capitale della Cultura".

Con queste parole il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso al Teatro Regio di Parma, domenica 12 gennaio, in occasione della cerimonia istituzionale di apertura di Parma Capitale della Cultura 2020 in programma dopo la grande festa inaugurale di sabato.
Presenti, oltre al Sindaco di Parma Federico Pizzarotti con l'Assessore alla Cultura Michele Guerra, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini e alle Infrastrutture Paola De Micheli. In sala il Presidente del Circuito Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli Orazio Zanardi Landi, con i Vice Presidente Francesco Trivelloni sindaco di Fontanellato, il Sindaco di Busseto Giancarlo Contini con l'Assessora Marzia Marchesi e moltissimi sindaci in fascia tricolore e autorità del circuito.
Un lungo applauso ha salutato l'ingresso in teatro del presidente della Repubblica.  L'orchestra filarmonica Arturo Toscanini, diretta dal maestro Valerio Galli, ha eseguito l'inno di Mameli e il Va Pensiero dal Nabucco.

Dal Teatro Regio di Parma  domenica 12 gennaio alcune parole molto sentite del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella: "Parma sarà vetrina dell'Italia e la porterà ad essere sempre più europea. È tempo di rinsaldare e fare conoscere le nostre radici offrendole agli europei. La cultura d'Europa è costantemente legata da una trama comune. La cultura batte il Tempo per unire gli sforzi della città: la cultura è metronomo della storia, la cultura è una chiave che consente di progettare il futuro. La cultura spinge all'innovazione e ci dá linfa vitale. Ci permette di affrontare insieme... verso traguardi di maggiore civiltà. Affinché il testimone della vita e della civiltà passi da una generazione all'altra, per non essere superati e travolti dal temo ma essere nel Tempo. La cultura si nutre di creatività e confronto, la cultura e sta nelle relazioni.
La cultura che trasmette la memoria. L'arte e la cultura non sono mai separati dalla vita quotidiana. Ringrazio i tanti sindaci del territorio che dimostrano la presenza di un tessuto culturale diffuso. Parma reca i segni di capitale nelle architetture, nell'arte...e in tante espressioni integrate nella modernità della vita cittadini. Parma ha raggiunto eccellenze che ancora oggi si possono di ammirare...È stata Capitale del Ducato. ...Scriveva Stendhal, ne La Certosa di Parma, riguardo agli Italiani "le loro gioie sono più vive e durano più lungamente". Vi invito a vivere con gioia e con impegno questa occasione".Ha citato tutte le contaminazioni che hanno reso unica Parma nei secoli e ancora oggi".

Il presidente Mattarella ha citato Arturo Toscanini, "esule durante il fascismo, che diede un segno di rinascita al nostro Paese con il concerto della liberazione per la riapertura della Scala nel 1946"; Giuseppe Verdi, "illustre figlio di questa terra" la cui musica fu "al servizio dell'ideale risorgimentale del nostro Paese". E ancora i grandi film di Bernardo Bertolucci, "la scuola di pittura che si sviluppò in città nel Cinquecento attorno al Correggio e al Parmigianino". Sono alcuni dei riferimenti alla storia e alla cultura della città e del territorio.

Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna: "Ci potranno salvare solo due cose la Cultura e la bellezza". " Essere in questa città così straordinaria, ricca di grandi eccellenze architettoniche e culturali, ci può far dire che è una grande opportunità per lanciare un messaggio. Insieme alla manifattura e al turismo, ciò che può garantire a questa regione e al Paese di competere con l'Europa è solo la conoscenza e la cultura - ha proseguito il presidente della Regione - "in questi cinque anni abbiamo triplicato i fondi alla cultura. Per noi, ribaltando la frase di un ministro di qualche anno fa, con la cultura si può mangiare".

Il Ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini: "Parma ha tutto, l'arte, la bellezza, la musica, il buon cibo...e poi ci sono i parmigiani che rendono bella questa città" e poi cita Maria Luisa d'Asburgo come descrisse i parmigiani al tempo. Così allora, come ora. E poi la proiezione del corto Parma, una storia d'amore Atto II con un 'grazie Bernardo" finale dedicato a Bernardo Bertolucci.

La sua elezione, giunta al termine di un lungo e proficuo cammino, è avvenuta il 16 febbraio 2018 ad opera del Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo.

All'inizio del 2020, è un grande esempio di "essere" territorio e da sempre, Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli - che è circuito, rete, gruppo, condivisione di cultura, arte, bellezza - crede in questo modello che porta avanti dal 1999. E adesso vi aspettiamo tutti in visita alle nostre meraviglie in questo 2020 ricchissimo di iniziative ed eventi, oltre che di stupendi Castelli aperti da visitare sul territorio!

Continuate a seguirci...

🏰www.castellidelducato.it

 

 

Rocca Sanvitale di Fontanellato

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla