Notizie

Rocca Viscontea di Castell'Arquato

CARNEVALE MEDIEVALE 2020 NEI CASTELLI DEL DUCATO

A Castell'Arquato degustazione di ippocrasso e dolcetti tipici in Enoteca Comunale. A Bardi sfilata di Carnevale che riunisce le valli d'Appennino

CARNEVALE MEDIOEVALE
Sabato 22 febbraio a Castell'Arquato (PC)
Alle 16.30 la visita guidata alla Rocca Viscontea si arricchisce di curiosità storiche sulla festa di Carnevale.
Il termine Carnevale deriverebbe dal latino "carnem levare" ovvero “togliere la carne”, e indicava il banchetto che si teneva il martedì grasso, ovvero l’ultimo giorno di Carnevale, prima del periodo di quaresima, tempo di digiuno e purificazione in attesa della Pasqua.
Nell’antica Roma però si celebrava in quel periodo la fertilità della terra che, dopo il torpore invernale, tornava a rivivere e nutrire uomini e animali. Dai Saturnalia alle Feste dei Pazzi dove l'ordine e le classi sociali venivano per un giorno sovvertiti, una piccola storia della festa più allegra dell'anno.
A seguire degustazione di ippocrasso e dolcetti tipici in Enoteca Comunale.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Costo della manifestazione a persona: 10,00 €
 
FESTA DI CARNEVALE PER BAMBINI AL CASTELLO DEL PIAGNARO 
Domenica 23 Febbraio 2020  ore 15:30  a Pontremoli (MS)
Evento gratuito
Si svolge nel salone riscaldato del Castello in cui verranno premiate le maschere più “creative”, le sezioni in gara: fino ai 6 anni, dai 6 a 11 anni, dai 12 ai 18 anni e adulti.
I premi consisteranno in buoni per una pizza offerti dalle pizzerie: “Il Girasole”, “Manuel”, “Il Menhir”, “Time Out, “Pecci”, “Il Principe”, “San Giorgio”.
Parallelamente si svolge il Festival della Creatività “Mani e Menti” - Artigianato e Opere dell’Ingegno
Laboratori didattici, ludici e mostre rivolti a bambini e ragazzi, per sperimentare arti, mestieri e giochi del passato all’insegna del motto: “Le mani di oggi per le menti di domani
Tutti i fine settimana di febbraio, nel Castello del Piagnaro di Pontremoli, vengono organizzate attività di laboratorio e di gioco per bambini e ragazzi. Le attività proposte sono curate e svolte da: Davide Angella il creatore di giochi antichi con materiale di recupero,  Giacomo Cappetta il falegname creativo, Benedetta Curadi sarta creativa e disegnatrice su stoffa, Maria Pia Elia la ceramista e decoratrice, Marco Antonio Gazzaneo il creatore di candele di cera, Isabella Iardella la creatrice di pizzo al chiacchierino e di pizzo a macramè, Bruno Massa il cestaio, Andreina Micheli la tintrice della lana con materiali vegetali, Sandra Passalacqua la lavoratrice del cuoio e della pelle, Corrado Perazzo il creatore di vetrate artistiche e di cornamuse, Antonio Pietrafesa detto Roberto, il fabbro di attrezzi nuovi e antichi, Francesca Lilia Piras la creatrice di gioielli, anche storici, Maria Grazia Prada la creatrice di sapone e cosmetici naturali, Antonella Rolla la creatrice di mosaici, Lidia Travaglini la lavoratrice della canapa, Tiziana Valerio la ricamatrice esperta anche di ricami con tecniche antiche, Angelo Anardu il coltellinaio, Max Merlino e Simone Musso gli illustratori di soggetti a carattere storico e fantasy.
L’iniziativa si svolge anche in caso di pioggia nelle sale riscaldate del Castello. Ingresso libero
Per il Festival, tutti i sabati e le domeniche di febbraio 2020 dalle ore 10:00 – 13:00 alle ore   14:30 – 18:00
I laboratori sono gratuiti, tuttavia se si utilizzano dei materiali e si produce un manufatto che resta all'allievo potrà essere richiesto un contributo dai 3 ai 10 euro.
Il Castello del Piagnaro è raggiungibile anche con l’ascensore che parte alla sommità di via Garibaldi dopo Porta Parma e che sarà attivo dalle ore 09:30 alle 17:30.
Per la visita al Museo delle Statue Stele Lunigianesi “A. C. Ambrosi” è previsto uno sconto di 2 euro sul biglietto intero d’ingresso. Si ringrazia l’Istituto Tecnico “Belmesseri” di Pontremoli Ragionieri ad indirizzo turistico per la collaborazione nell’accoglienza.
info@castellidelducato.it
 
Domenica 23 febbraio, ore 16, nel centro storico di Bardi (PR)
E' in programma la tradizionale sfilata di carri e gruppi di amici mascherati a tema, per il Carnevale, che riunisce le vallate dell’alto Appennino a Bardi.
Si svolge a Bardi, in tutte le vie del paese e le osterie indicativamente dalle ore 16,00
La manifestazione si svolge anche in caso di mal tempo.
Parcheggi vicini: parcheggio di piazza Martiri della Liberta
info@castellidelducato.it
 
MASQUERADE - FESTA IN MASCHERA A PALAZZO
Venerdì 28 Febbraio, ore 21
Una speciale Festa di Carnevale 2019 nella splendida cornice della Reggia di Colorno alle porte di Parma.
All’interno dell’incantevole residenza dei Farnese, dei Borbone e di Maria Luigia d’Austria, vi attendono personaggi di ogni epoca e fantasia per farci vivere una divertente e allegra serata.

La Reggia nella Sala del Trono si accenderà con i colori del carnevale e dei costumi che indosseranno gli ospiti: personaggi realmente esistiti o di fantasia di ogni periodo storico è il dress code obbligatorio. Divertimento, musica e spettacolo saranno protagonisti per tutta la serata
Ballo in maschera, masquerade, bal masqué:. Feste incredibili, spesso votate all’opulenza e alla ricchezza senza compromessi che hanno puntinato la storia con le loro luci brillanti. Qundicimila invitati e, tra tutti, incontrare la “persona giusta”: questo è quello che è accaduto nella notte tra il 25 e 26 febbraio 1745 durante lo Yew Tree Bal organizzato da Re Luigi XV per celebrare le nozze dell’Infanta di Spagna nella sala degli specchi a Versailles. Una popolazione intera di ospiti in maschera (re compreso che si era travestito da albero di tasso) e una persona, Jeanne-Antoinette Poisson, Madame de Pompadour, che in quell'occasione sedusse il re divenendone la favorita. Luigi XV aveva avuto modo di osservarla durante una battuta di caccia, ma è solo in quell’occasione che riuscì ad avvicinarla per la prima volta. E ad innamorarsene. Balli e feste per innamorarsi o per dirimere controversie come nel caso del colossale ballo in maschera organizzato da Ava Vanderbilt nel 1883. Costato l’astronomica cifra (per allora) di 250 mila dollari, è stato considerato, a ragione, la festa più ricca ed esclusiva mai realizzata fino a quel periodo negli Stati Uniti. I restroscena parlano anche di un “sottofondo politico” **che ha permesso di ricomporre la rivalità storica tra le famiglie Vanderbilt e Astor**Étienne De Beaumont, conte, mecenate, patron della high-society francese del 1949. I suoi balli in maschera (tra cui i più celebri Automotive Ball e il Flora and Fauna Ball) sono ricordati per la loro ricercatezza e soprattutto per la presenza del milieu artistico e avanguardista francese. La manifestazione si svolge anche in caso di mal tempo. Costo della manifestazione: € 30 a persona. Prenotazione obbligatoria.
info@castellidelducato.it

FESTA DEI FOLLI AL CASTELLO DI GROPPARELLO
Domenica 1 marzo, nel centro storico di Gropparello (PC)
Apertura straordinaria del Parco delle Fiabe, il primo parco emotivo d’Italia, casa di orchi, maghi, streghe e cavalieri sempre pronti a correre in soccorso di una dama in pericolo. È un mondo sospeso nel tempo, una bolla immune agli spilli appuntiti della realtà, che consente a grandi e piccini di immergersi in storie straordinarie, calandosi nei panni di personaggi mitici. L’avventura che inaugura una nuova stagione di imprese ambientate nel Medioevo ricrea l’atmosfera della Festa dei Folli, occasione in cui l’ordine costituito si capovolgeva, l’ultimo dei popolani governava per un giorno e il re diventava suddito e povero. Chi si inoltrerà nei 14 ettari di prati e boschi e valli intorno al maniero sulle colline piacentine potrà imbattersi in ciabattini travestiti da nobili, popolane mascherate da dame e saltimbanchi nei lussuosi panni di sovrani. Tutti i visitatori, chiamati a interpretare il ruolo suggerito dall’abito loro assegnato, potranno vantarsi di fronte al re delle gesta epiche compiute per giungere al suo cospetto, dando vita a un surreale e divertentissimo momento di condivisione fuori da ogni schema. Senza rendersene conto, i grandi tornano bambini e i bambini diventano eroi, in un giorno di emozioni che offre un assaggio della magia d’altri tempi che solo il Parco delle Fiabe è in grado di innescare. Per mangiare, è possibile prenotare un tavolo alla Taverna Medievale dove si possono consumare i golosissimi piatti tipici piacentini ormai famosi in tutto il mondo (salumi con gnocco fritto, tortelli di ricotta e spinaci al burro, maltagliati al brasato… e anche hamburgher di chianina per i più giovani), oppure prenotare il Cestino del Pellegrino (con una porzione di Salumi piacentini, torta tipica di patate, un panino e una bottiglietta d’acqua) o il Cestino del Pastore (una porzione di formaggi, una confettura di frutta o di verdura da degustare con i formaggi, un panino, pane carasau e una bottiglietta d’acqua), ambedue a 13 euro. In alternativa, si può optare per un picnic libero o in zona attrezzata. 
info@castellidelducato.it

Castelli del Ducato di Parma, Piacenza, Pontremoli – Felici di Accogliervi!

Rocca Viscontea di Castell'Arquato

  • Località: Comune di Castell'Arquato, 33 km da Piacenza
  • Indirizzo: piazza del municipio, 29014 castell arquato (pc)
  • Contatti:
    Telefono e Fax: 0523 803215
    e-mail iatcastellarquato@gmail.com

    Webwww.castellarquatoturismo.it

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla