Calendario eventi

Castello di Rivalta

PASQUA - LE TAVOLE DI UNA ANTICA FAMIGLIA PIACENTINA IN MOSTRA

Grande mostra di pezzi unici appartenuti alla famiglia dei Conti Zanardi Landi: nappe, organze, merletti, argenti, cristalli e porcellane rare. Le vere “mise en place” che la famiglia ha utilizzato nei secoli sulle proprie tavole.

Da giovedì 29 marzo a lunedì 2 aprile

Mostra “Le tavole di un ‘antica famiglia piacentina”
Grande mostra di pezzi unici appartenuti alla famiglia dei Conti Zanardi Landi: nappe, organze, merletti, argenti, cristalli e porcellane rare. Non un’esposizione museale di oggetti più o meno preziosi – quindi – ma la ricostruzione del percorso storico della famiglia dei Conti Zanardi Landi attraverso le vere “mise en place” che la famiglia ha utilizzato nei secoli sulle proprie tavole.
Il castello di Rivalta è uno dei pochi in Europa con attorno un borgo rimasto in gran parte intatto e ancora oggi è abitualmente abitato dalla famiglia Zanardi Landi che ne è proprietaria dalla fine del 1.200. Decina di migliaia le persone che ogni anno giungono da ogni regione d’Italia e dall’estero per visitare un luogo unico per la sua magia ed il suo fascino. 54 sale ancora oggi arredate con mobili e tappeti d’epoca (dal 1400 in avanti) e rese nel tempo funzionali per accogliere ospiti con esigenze mutate nei secoli. Qui sono passati e passano ancora oggi Re e Regine, Principi, Nobili e Capi di Stato di ogni parte del mondo e proprio qui la Principessa Margareth (sorella della Regina d’Inghilterra) ha trascorso per parecchi anni le sue vacanze estive.
Il Castello ed il borgo sono stati anche il set per tanti film internazionali e per spot pubblicitari italiani e stranieri. Da questo luogo che trasuda storia, arte e mistero, ritorna a gran richiesta anche per il 2018 la straordinaria mostra di “mise en place” curata personalmente dal Conte Orazio Zanardi Landi per consentire a chiunque di poter vivere direttamente pezzi di storia quotidiana. Nelle scorse edizioni migliaia sono stati i visitatori provenienti dall’Italia e dall’estero (appassionati di antiquariato, storici dell’arte, collezionisti e semplici turisti) per ammirare qualcosa che ha il profondo sapore del “vissuto”, che spesso non hanno – invece – esposizioni ben curate di pezzi che vengono prelevati per l’occasione da antiquari o da armadi blindati.
Ecco quindi sette sale del Castello con tavole apparecchiate per le grandi occasioni, degne di una principessa che accoglie i suoi ospiti per un gran ricevimento: il galateo è servito e lo stile è assicurato con piatti francesi del 1830, calici di Murano di due secoli fa, salini, candelieri e brocche, centrotavola pregiati, bicchieri di Boemia molati a mano, posate con monogrammi, tovaglioli cifrati con lo stemma e camerieri con le livree cifrate.
Si scopriranno usi e costumi dei nobili che erano soliti imbandire la tavola con ben 6 bicchieri per ogni commensale: 2 erano per sorseggiare il vino rosso, uno per il vino bianco, la coppa per degustare lo spumante; il più piccolo era quello perfetto per apprezzare il vino da dessert mentre il bicchiere più grande, a sinistra dell’ospite, era dedicato all’acqua. Le signore resteranno conquistate da come erano foggiate le posate in argento nell’Ottocento, le tazzine da crema, le oliere all’epoca dello stile Impero Dacceno, i candelieri del 1850 di Milano.

Il Castello di Rivalta fa parte dei 31 Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli.

Guarda il video : https://www.youtube.com/watch?v=DcgMPRMeF2Y

Dal lunedi al martedi la mostra è solo su prenotazione
(tariffa 14,00 euro a persona + 25,00 per la guida in italiano o 35,00 per la guida in inglese)

Costo a persona:
biglietto intero : 14,00 euro

Numeri telefonici, mail e sito internet per informazioni: 3392987892 info@castellodirivalta.it

 Parcheggi più vicini: gratuiti a 200 mt

Come arrivare:
Indicazioni per il Navigatore: CASTELLO DI RIVALTA /RIVALTA TREBBIA Comune: GAZZOLA – Piacenza

Autostrada  Milano/Bologna:
Uscita Pc- sud
Appena dopo il casello prendere ( è obbligatorio) la rampa a Destra.
Appena dopo la discesa dalla rampa, c’è uno  svincolo ( biforcuto) tenere la Sinistra → cioè direzione Rivalta -  Bobbio – Parma
Da qui in poi è tutto segnalato da cartelli marroni che indicano il Castello.

In ogni caso comunque:
Proseguire seguendo sempre per Bobbio →  cioè andare sempre diritto per circa 6 Km fino alla fine della tangenziale (fino ad un grande cartello situato su un ponte che indica “Uscita Obbligatoria”).
Si arriva quindi ad una grande tonda, farla per metà → cioè uscire a 180° in direzione Agazzano – Gossolengo – Castello di Rivalta ( Cartello Marrone). (NB trattasi di nuovo svincolo, il navigatore perde la strada).
Proseguire diritto seguendo le indicazioni di svolta a destra per GOSSOLENGO, Rivalta.
Si arriva, quindi ad una piccola tonda, farla per ¾, →cioè svoltare a sinistra. (NB il navigatore ritrova la strada).
Proseguire sempre diritto per 10 km circa fino alla segnalazione marrone a Destra per CASTELLO DI RIVALTA.
Proseguire sempre diritto, percorrere un lungo ponte sul Trebbia .
Si arriva quindi ad un incrocio, svoltare a Sinistra → cioè seguire la segnalazione marrone per  CASTELLO DI RIVALTA.
Proseguire sempre diritto per 2 km circa. Arrivati al Castello parcheggiare fuori dalle mura; ci sono 2 parcheggi.

Servizio Wi-Fi presente

 

Castello di Rivalta

  • Località: Rivalta, Comune di Gazzola, 14 km da Piacenza
  • Indirizzo: loc. borgo di rivalta, 7, 29010 gazzola (pc)
  • Contatti:

    TELEFONO: 366.6935622

    FAX: +39 0523.978300

    E-MAIL: info@castellodirivalta.it

    WEB: www.castellodirivalta.it

Scegli il giorno

Scelte opzionali

Scegli il periodo: (dal / al)

Scegli la località

Categoria evento

Ricerca nel testo

Oggi nei Castelli del Ducato

4 evento/i

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla