Calendario eventi

Castello del Piagnaro

AMBASCIATORI TERRITORIO: CON LA SINDACA BARACCHINI E LO STORICO ANDREA BALDINI VISITA PONTREMOLI

Visite guidate con esperti al centro storico, possibilità di abbinare la visita al Castello del Piagnaro, al Museo delle Statue Stele e a Villa Dosi Delfini.

venerdì 31 gennaio

Falò evoca energie e pensieri in circolo, luce che rischiara il buio. Aggregare tante persone, grandi e piccini, attorno ad un fuoco sacro, magari vicino ad un corso d'acqua, è un rito che appartiene alla tradizione della notte dei tempi. Guardare le fiamme che salgono alte al cielo, incantati e rapiti da quell'intenso colore rosso infuocato che brucia e propizia – cintato e alimentato dagli abitanti del paese, senza spirito distruttivo o di rogo, bensì di gioco e allegria bene augurale - fa sentire avvolti da una rara atmosfera di festa e di magia. Sentire dalla giusta distanza, in sicurezza, il tepore, l'odore particolare del fuoco nell'aria pungente dell'inverno, fa sentire ancora partecipi di una dimensione intima eppure condivisa con gli altri.

Fra storia e tradizione sono da vedere a Pontremoli nel circuito dei Castelli del Ducato, in Lunigiana, in provincia di Massa, venerdì 17 e venerdì 31 gennaio 2020 i bellissimi falò di San Niccolò e di San Gimignano: appartengono alla consolidata e affascinante tradizione dei falò che caratterizza il mese di gennaio Pontremolese con il 17 gennaio quello di San Nicolò sul greto del fiume Magra e il 31 quello del santo patrono sul greto del torrente Verde. È l'occasione per partecipare a due eventi molto suggestivi, dove anche i visitatori e i turisti si sentiranno parte della comunità pontremolese: di fatto, le due giornate sono giocate in forma di sfida tra i due fuochi.

Si può seguire passo dopo passo la costruzione delle due gigantesche pire che verranno accese nelle due giornate e vivranno di un confronto vivissimo – spiega la Sindaca di Pontremoli Lucia Baracchini - l'andamento del fuoco sarà occasione di previsione e di valutazione, di piacere e di orgoglio, sia per che assiste che per chi sostiene o addirittura partecipa al grande lavoro. L’atmosfera assolutamente unica dell’esperienza è accompagnata dalla descrizione della storia della città che ha accompagnato il realizzarsi e l’affermarsi di queste esperienze”.

A Pontremoli i primi falò di cui si ha testimonianza risalgono al 1529 e, da allora, la tradizione ha sempre rinnovato il rito del fuoco, a cavallo tra religione e paganesimo. Sono veri e propri spettacoli fatti con pire di legna monumentali, durante i quali le due fazioni intonano veri e propri cori l’affluenza nella Città di Pontremoli raggiunge le migliaia di persone. Una disfida tra due rioni che in molti riconducono alla lotta tra Guelfi e Ghibellini, che a Pontremoli era così sentita da costringere l’allora signore Castruccio Castracani a costruire una sorta di cortina che dividesse in due il borgo e le due opposte fazioni: i Guelfi nel Sommoborgo, i Ghibellini nell’Imoborgo.

Venerdì 31 gennaio

ore 17,00: ritrovo davanti al Punto Info in piazza della Repubblica a Pontremoli con il sindaco Lucia Baracchini e l'Avvocato Andrea Baldini, esperto di storia locale e profondo conoscitore di tradizioni e aneddoti, guida di eccezione per la visita al centro storico della città. Seguirà l’incontro con i fuochisti nella baracca sul greto del fiume (è consigliato abbigliamento comodo e scarpe antisdrucciolo). 
ore 18,00 Pontificale in onore del Santo Patrono Geminiano.
ore 18:30 per chi volesse è prevista una degustazione di piatti tipici presso l’Osteria San Francesco e il lupo: torta d’erbi, testaroli e vino delle Cantine Lunae di Luni (MS).
ore 19,30 Partecipazione al falò di San Geminiano.

 ATTENZIONE: l’ardere della pira può generare la caduta di minute faville incandescenti che possono danneggiare i tessuti degli indumenti. L’organizzazione scoraggia pertanto dall’indossare per l’occasione abiti di pregio. Inoltre, è fatto divieto ai bambini non accompagnati di scendere alla pira e si sconsiglia la discesa alle persone con disabilità motorie. Ogni partecipante è responsabile della propria idoneità fisica e manleva il comitato organizzatore da ogni responsabilità per eventuali danni subiti o recati a terzi.

 Costo tour adulti: euro 8,00

Costo tour bambini (da 6 – a 12) euro 6,00

Costo tour bambini (da 0 – a 6) gratuito

Degustazione a partire da euro 15,00

Prenotazione obbligatoria:

Punto info tel. 01874601231

lunedì 9:30 – 12:30

dal martedì al venerdì 9:30 – 12:30 15:30 – 17:30

Valentina cell. 3335012143 oppure valentinazinzula@gmail.com

Parcheggi Vicini: Parcheggio Dosi Delfini/Chiosi; Parcheggio della Stazione.

Evento organizzato da Associazione Amici dell’Alberghiero e Centro Teatro Pontremoli

Castello del Piagnaro

  • Località: Comune di Pontremoli a 57 km da Massa, a 90 Km da Parma
  • Indirizzo: castello del piagnaro, 54027 pontremoli (ms)
  • Contatti:
    TELEFONO: +39 0187831439
    E-MAIL: info@statuestele.org
    WEB: www.statuestele.org

Scegli il giorno

Scelte opzionali

Scegli il periodo: (dal / al)

Scegli la località

Categoria evento

Ricerca nel testo

Oggi nei Castelli del Ducato

4 evento/i

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla