Berceto

Località

Comune di Berceto a 50 Km da Parma (PR)

Periodo di apertura

il borgo è visitabile tutto l'anno

Descrizione

Berceto, piccolo borgo medievale di pietra in una valle bellissima, è la Porta del Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e riserva MAB Unesco. La sua posizione geografica è strategica, si colloca a soli 9 chilometri da uno dei Passi Appenninici più importanti d’Europa: il Passo della Cisa a 1.041 metri s.l.m. che apre la Padania alla Toscana, al mare Tirreno, alle Cinque Terre. Per chi ama andare per funghi a Berceto vale il riconoscimento IGP, per quelli trovati nei boschi del Monte Cervellino. Da vedere a Berceto in una giornata o un weekend: il Duomo romanico, il Museo dei Tesori del Duomo, i resti del Castello di Berceto con le possenti mura, il Fortino di Maria Luigia ed il Sentiero del Bic per raggiungerlo, il tour ai Portali del Quattrocento, il Santuario della Madonna delle Grazie, la Fontana dei Canoni, gli antichi lavatoi ma soprattutto vale il viaggio camminare tra le caratteristiche e strette vie del centro storico medievale, le case in pietra, le antiche miniere di Corchia, i vecchi essiccatoi, chiese e pievi sparse nel territorio. Vale il viaggio per respirare aria buona, stare in relax e degustare l'ottima enogastronomia tipica del paese: da assaggiare piatti a base di fungo Porcino Igp e Parmigiano Reggiano. Si segnalano: Spongata di Berceto, mostarda di Berceto, tortelli di patate, anolini in brodo, torta di patate, tortelli di erbetta.

I resti del Castello. Caratteri del borgo medievale di Berceto si distinguono particolarmente nei resti del Castello, situati sulla pendice nord dell’abitato. Il sito archeologico come appare oggi è frutto di una serie di interventi di scavo e consolidamento che hanno caratterizzato il luogo a partire dagli anni Novanta sotto la supervisione della Soprintendenza Archeologica di Parma e che hanno permesso di ricostruire e mettere in luce la varie fasi di costruzione del castello oltre al ritrovamento di reperti di valore storico e culturale.

Gli attuali percorsi pedonali che attraversano in quota i resti archeologici sono anch’essi parte del progetto per il parco archeologico elaborato nel 2005.

Oltre al valore storico il Castello per la sua collocazione e relazione con l’abitato e il paesaggio circostante assume un ruolo di polarità urbana e territoriale e rientra appieno nella definizione di parco archeologico come "un ambito territoriale caratterizzato da importanti evidenze archeologiche e dalla compresenza di valori storici, paesaggistici o ambientali, attrezzato come museo all’aperto.

Il complesso fu costruito da Pietro Rossi nella prima metà del XV secolo, modificando il vecchio "recinto” con mastio isolato al centro, risalente alla seconda-terza decade del duecento; poi successivamente ampliato da suo figlio Pier Maria a partire dalla metà circa dello stesso secolo.

Il tour prosegue. A valle del castello, si incontra il Duomo romanico di San Moderanno, lambito, sul fianco sinistro dalla piazza omonima, epicentro del sistema insediativo: perciò, in epoca medievale, il tracciato della Via Francigena univa, come attualmente ancora unisce tra loro i tre complessi più rappresentativi di Berceto: il Castello, il Duomo e l’antico Convento Agostiniano, trasformato poi nel Seminario Luigino (prima metà dell’Ottocento) con annesso il seicentesco Santuario della Madonna delle Grazie. questo tratto può quindi considerarsi ancora oggi il collettore dell’'intero sistema insediativo del borgo.

A meno di un’ora di cammino da Berceto si trova l’incrocio più importante della sentieristica europea: lungo il crinale dei monti abbiamo il crocevia dei due tre più importanti cammini italiani, il Sentiero Italia, la ViaFrancigena e l’Alta Via dei Parchi dove è stato da pochi anni installato un monolite in sasso rappresentante l’incrocio di storia e cultura.

Particolarità e curiosità.
Berceto e Toro Seduto.
Berceto è l’unico paese al mondo gemellato con una riserva indiana del Sud Dakota: Pine Ridge Indian Reservation legata ai Lakota di Tatanka Iyotaka (Toro Seduto).
Berceto ed Enzo Ferrari.
Enzo Ferrari ha debuttato, come corridore, in onore di Giuseppe Verdi, nella settima edizione della Parma/Poggio di Berceto (era il 5 ottobre 1919).,
5 orologi a tutto fuso.
Berceto caratteristico borgo storico a pochi chilometri dal Passo della Cisa è conosciuto in tutto il mondo grazie ai tanti emigranti che hanno raggiunto tutti i continenti da fine Ottocento fino agli anni Sessanta dello scorso secolo. Tanto che nell’ufficio del sindaco 5 orologi scandiscono il fuso orario visto che sui Bercetani non tramonta mai il sole.
Berceto e Paperon de' Paperoni.
Non tutti sanno che Berceto ospita, per protesta, contro il neoliberismo, la cripta in cui riposa Paperon de’ Paperoni emblema del capitalismo romantico sconfitto dal neoliberismo. Dove? Ve lo rivelerà l'Ufficio Informazioni Turistiche del paese.

Monastero Buddista. Re, Imperatori, Papi hanno avuto modo di pernottare in questo posto che ha assunto anche un valore spirituale ed infatti oltre il Cristianesimo e quindi il Cattolicesimo ora Berceto è sede anche di un Monastero Buddista.

Altre attività di vacanza attiva e outdoor da fare a Berceto.

Villa Berceto: villa confiscata alla mafia e ora di proprietà del comune. Offre i seguenti servizi: piscina estiva esterna, bar, piscina interna invernale e vasca idromassaggio, camere per il pernottamento, palestra attrezzata. E’ anche sede della biblioteca comunale.

Laghetto Eva: piccola struttura comunale in località Mulino Carata nei pressi di Berceto lungo il torrente Baganza in cui una diga chiusa nei mesi di giugno luglio e agosto forma una laghetto. La struttura ospita un piccolo bar, una spiaggetta attrezzata e un campetto da beach volley.

Campo sportivo Chico Mendes: campo sportivo in cui è possibile praticare molti sport come l’atletica (pista recentemente inaugurata), il calcio, calcetto, basket, danza. Vengono organizzati campus e centri estivi per ragazzi.

Campo da tennis coperto comunale.

Area fitness all’aperto: area attrezzata per ginnastica all’aperto.

Noleggio ebike: presso il negozio MontaBike o la Cooperativa di Comunità Berceto Nova.

Escursioni guidate in montagna e alle Miniere di Corchia organizzate da Trekking Taro e Ceno oppre libere, scopri la mappa (mappa allegata).

Gite al fiume: scorpi la mappa su www.bercetocomunitaospitale.it

La Storia

Conosciuto nei libri di storia come incrocio di civiltà grazie alla Via Francigena che lo attraversa, Berceto si configura come crogiuolo europeo fondato da un Re Longobardo, Liutprando ed un Vescovo Francese, Moderanno, Santo Patrono del paese, che hanno voluto costruire un’Abbazia, oggi maestoso Duomo, prevalentemente romanico nonostante inserimenti, ben ponderati, dei Conti Rossi che avevano il castello, oggi parco archeologico. 

San Broccardo, il Santo della cristianizzazione della Germania, in Duomo ha una posizione di rilievo voluta dall’Imperatore Carlo IV di Lussemburgo che soggiornava volentieri in questo borgo. La frequentazione di Papi, Imperatori, porta a dare credito, visto l’unicità, al calice, ritrovato in una tomba di monaci Teutonici, ritenuto il Sacro Graal. 

Berceto è un paese sorto, dunque, per motivi internazionali e da una decisione di due "stranieri”, due viandanti: il Re Longobardo Liuptrando e il Vescovo francese Moderanno. 

Avere una storia che inizia nell’VIII secolo (712) come Duomo di Berceto, già Abbazia significa essere la chiesa più antica della Diocesi di Parma.
L’imponenza e maestosità del Duomo offre la possibilità di riflettere su Berceto e il suo ruolo nella storia.
Un Duomo bellissimo che si "affaccia” sulla Strada più importante, di tutta Europa, dell’anno 1000, la Strada Romea o Via Francigena che conduceva tutti i pellegrini del Nord Europa sui luoghi della cristianità a Roma e ai porti per la partenza delle Crociate. Migliaia di "stranieri” si sono fermati a Berceto.

Percorso di Visita

PERCORSO DI VISITA IN BERCETO CAPOLUOGO
Duomo di Berceto e Museo dei Tesori del Duomo
Parco Archeologico del Castello di Berceto
Fortino di Maria Luigia e Sentiero del Bic per raggiungerlo
Portali del Quattrocento
Santuario della Madonna delle Grazie
Fontana dei Canoni
Antichi lavatoi
Scopri la mappa: (mappa turistica allegata)

ALTRI PUNTI DI INTERESSE
Passo della Cisa
Corchia con il Museo Jasoni e le Miniere
Ponte Romano di Fugazzolo
Monastero Zen Sanboji

Orari

Orari di apertura dello IAT

Da lunedì a sabato ogni mattina dalle 8 alle 13
Lunedì e giovedì pomeriggio dalle 15 alle 18
Domenica chiuso.

Servizi

Pet friendly

Lo IAT di Berceto all’accoglienza è in grado di fornire ciotole d’acqua per i cani su richiesta.


Visite in lingua straniera su prenotazione
Visite a tema al paese su richiesta

Book-shop attivo

Prenotazioni anche on-line

Servizi disabili, ascensore per disabili

Guardaroba

Spazio bimbi su prenotazione

  

Matrimoni. I matrimoni religiosi possono essere organizzati nella varie chiese di Berceto.

I matrimoni civili presso la sede del Comune di Berceto che mette a disposizione anche il giardino e presso il ristorante "Il Berse’” in località Groppo San Giovanni.

Numerosi sono i ristoranti che possono ospitare ricevimenti e feste private: Il Bacher, Ca’ dal Brass, Ristorante Manubiola, Ristorante Il Berse’, Ristorante da Rino.

Contatti

TELEFONO: +39 0525/629216 0525/629220.

FAX: +39 0525/60293

E-MAIL:turismo@comune.berceto.pr.it

WEBhttps://bercetocomunitaospitale.it/

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla