Sala del Tricolore - Reggio Emilia

Località

Comune di Reggio Emilia, in centro storico (RE)

Periodo di apertura

tutto l'anno con orari e aperture variabili

Descrizione

Ti sorprende, ti incuriosisce e ti emoziona la visita alla Sala del Tricolore nel cuore del centro storico di Reggio Emilia con possibilità di esplorare l'annesso Museo del Tricolore: ti batte forte il cuore perchè qui è nata la bandiera nazionale italiana e ti senti all'interno del grande flusso della Storia.
E' una opportunità straordinaria entrare nella storica Sala del Tricolore in piazza Prampolini per scoprire l'anima ribelle della bella città d'arte emiliana, che ha lottato contro antiche servitù per conquistare il proprio futuro di libertà e uguaglianza.
La bandiera nazionale italiana nasce a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797. Ecco il motivo in più per visitare  la Sala del Tricolore: imponente e curata, si presenta come un ambiente ellittico, circondato da tre ordini di balconate. È presente un grande lampadario che illumina l'atmosfera dallo stile neoclassico. La sala è caratterizzata da colonne con sulla sommità capitelli corinzi.

La Sala del Tricolore ha una capienza di circa 250 posti (100 in sala, 60 al primo ordine di palchi, 60 al secondo ordine di palchi e 30 al terzo ordine di palchi).
Museo del Tricolore: è allestito all’interno del Palazzo del Comune, nei locali prospicienti la Sala del Tricolore. Si dipana su tre diversi piani dove trovate esposti documenti e cimeli relativi alla storia della bandiera nazionale e alle diverse forme che assunse fino alla fine dell'epoca napoleonica. Spicca l’importante nucleo di opere del progetto Novanta Artisti per una Bandiera.


Il Comune di Reggio Emilia con la Sala Tricolore fa parte dall'estate 2018 del portale dei Castelli del Ducato - Felici di Accoglierti nella bella Destinazione Turistica Emilia.

La Storia

Il 7 gennaio 1797 i rappresentanti delle quattro città di Reggio Emilia, Modena, Bologna e Ferrara si riunirono nel grande salone del Palazzo Comunale - costruito tra il 1772 e il 1787 su progetto di Lodovico Bolognini per ospitarvi l’archivio generale del Ducato Estense - oggi chiamato Sala del Tricolore e qui proclamarono il tricolore verde, bianco e rosso come vessillo della Repubblica Cispadana. La storica seduta fu un avvenimento eccezionale che connota l'identità di Reggio Emilia.

Facciamo un passo indietro nella storia. Il 7 novembre 1796 si decise che la sala dell’Archivio sarebbe diventata la sede del Congresso che si doveva tenere alla fine dell’anno e del pranzo patriottico con cui si sarebbe festeggiata l'arrivo di una delegazione milanese. Durante la preparazione del congresso vennero costruite le tribune della sala e furono collocate nello scalone due statue della Libertà modellate dal plastico Antoni Bertrand.

La Sala Patriottica, come allora era chiamata, venne "preparata con addobbi e trofei allusivi alla gran causa” e nella seduta che si tenne tra le 11 e le 16 del 7 gennaio 1797 Giuseppe Compagnoni di Lugo, uno dei principali protagonisti del Congresso, fece approvare la mozione che "si renda universale lo stendardo o Bandiera di tre colori verde, bianco e rosso”: nasce così il Tricolore, bandiera di uno stato sovrano, destinata adiventare presto il simbolo dell’indipendenza e dell’unità nazionale.

Il salone fu denominato in seguito Sala del Congresso e poi Sala del Tricolore ed è ora sede del Consiglio Comunale e delle più importanti manifestazioni istituzionali della città di Reggio Emilia.

Ogni anno, il 7 gennaio, la città festeggia l'anniversario della nascita del Tricolore, con manifestazioni civili, religiose e culturali alla presenza di alte cariche dello Stato.

Percorso di Visita

Si accede alla Sala del Tricolore dal portone principale del Palazzo Comunale, in Piazza Camillo Prampolini, 1.

Meeting

La Sala del Tricolore ospita manifestazioni a carattere istituzionale del Comune di Reggio Emilia.Ha una capienza di circa 250 posti (100 in sala, 60 al primo ordine di palchi, 60 al secondo ordine di palchi e 30 al terzo ordine di palchi).

Wedding

La Sala del Tricolore nel Palazzo Municipale di piazza Prampolini è utilizzata frequentemente per matrimoni nel corso dei quali la fruibilità al pubblico è interdetta. Per essere certi di trovare la sala libera alla visita si consiglia quindi di telefonare anticipatamente.

Orari

ORARI SALA DEL TRICOLORE:

ATTENZIONE: LA SALA DEL TRICOLORE RESTERA' CHIUSA FINO al 12 SETTEMBRE 2018 compreso.

La Sala del Tricolore è visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30, rivolgendosi ai portieri.
La domenica pomeriggio è aperta solo per visite guidate o su prenotazione per gruppi.

Prenotazione obbligatoria per i gruppi: tel. 0522 456033.
Lunedì Sala del Tricolore chiusa al pubblico.
Servizi disabili, ascensore per disabili con ingresso da Piazza Casotti: tel. 0522.456586


ORARI APERTURA IAT DI VIA FARINI
Iat via Farini 1/A, a 10 metri di distanza dalla Sala del Tricolore.
Orari Iat di Via Farini: da martedì a sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18. Domenica 9.30-12.30.
Lunedì Chiuso.

Telefono Iat Via Farini: 0522 451152
iat@municipio.re.it


Ingressi

Ingresso gratuito alla Sala del Tricolore.

L'attività didattica a tema è sempre collegata e svolta insieme alla visita del vicino Museo del Tricolore: l'attività didattica per le scuole ed i gruppi organizzati è a pagamento.

Servizi

Servizi disabili, ascensore per disabili: sì, con ingresso da Piazza Casotti - Info: Tel. 0522.456586

E' attivo il Servizio Guardaroba.

Non sono previste visite a tema al centro storico a partire dal monumento Sala del Tricolore.

Monumento Pet Friendly: sono ammessi cani. Quelli di taglia grossa con museruola.
Non sono previste visite guidate fisse in lingua straniera.
La visita in lingua straniera puo’ essere effettuata da guida turistica abilitata.

loading map ...

Contatti

TELEFONO: +39 0522.456586
Per i gruppi: +39
0522.456586
Per disabili: +39 0522.456033
Iat Via Farini: +39 0522 451152
iat@municipio.re.it

In evidenza

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate della cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta Annulla